Manutezione ordinaria - straordinaria

Si può identificare come manutenzione ordinaria la periodica tinteggiatura delle pareti (interne o esterne), la levigatura delle pavimentazioni (soprattutto parquet e marmo), piccole riparazioni murarie o delle strutture accessorie (vedasi per le inferriate o per i serramenti in legno), manutenzione di tetti e, soprattutto, dei comignoli.

Nella MANUTENZIONE STRAORDINARIA invece vengono compresi tutti gli interventi strutturali necessari per un cambio delle funzioni dello stabile, per migliorarne l'efficienza energetica o per ripristinare elementi fortemente danneggiati.

Si possono identificare nella manutenzione straordinaria: cambio di infissi danneggiati, realizzazione o demolizione di parti della struttura, riparazione di tubature comprensive di lavori edili, rifacimento di scale - recinzioni - cancellate, consolidamento di fondazioni, installazione di strutture atte al miglioramento della coibentazione dello stabile, etc.